Fermare la privatizzazione è una questione di civiltà, che chiama in causa politici e cittadini, ciascuno con le proprie responsabilità rispetto alle generazioni viventi e future. Dopo decenni di sbornia neoliberista, gli effetti della mercificazione dei servizi pubblici e dell’acqua sono sotto gli occhi di tutti: degrado e spreco delle risorse, precarizazzione del lavoro, peggioramento della qualità dei servizi, aumento delle tariffe, riduzione dei finanziamenti per gli investimenti, diseconomicità della gestione, mancanza di trasparenza e democrazia nelle scelte.
Tutto questo sta avvenendo anche sul nostro territorio con la cessione ai privati del Servizio Idrico Integrato dell’ATO 2 di Catanzaro.

SERVE UNA SVOLTA
Perché solo una proprietà pubblica e un governo pubblico e partecipato dalle comunità locali possono garantire la tutela della risorsa, il diritto e l’accesso all’acqua per tutti e la sua conservazione per le generazioni future

FIRMA LA LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE !
Una legge per tutelare la risorsa idrica e la sua qualità, per ripubblicizzare il Servizio Idrico Integrato, per una gestione trasparente attraverso strumenti di democrazia partecipata.

ACQUA PUBBLICA CI METTO LA FIRMA!
Oltre ai banchetti, puoi firmare presso le Delegazioni Comunali di Nicastro, Sambiase e Sant’Eufemia duranti gli orari di ufficio, portando con te un documento di riconoscimento valido.

COMITATO TERRITORIALE ACQUA BENE COMUNE
Comunità Progetto Sud, Partito della Rifondazione Comunista, Libera, Rosa nel Pugno, Sinistra DS per il Socialismo (area Salvi), Circolo Arci Rua Sao Joao, Pax Christi, Acli, RdB/CUB (Rappresentanze sindacali di Base), Giovani Comunisti/e, Arci Territoriale, Legambiente, Cittadinanzattiva, Acu (Associazione Consumatori Utenti), Amici della Terra, Forum del Reventino.

0132bvolantino2b12-03-2007

Annunci