Vogliamo raccontarvi una storia strana, la storia di un Paese, l’Italia, dove esistono partiti comunisti che da tempo si definiscono “pacifisti” e che coerentemente alle loro idee qualche anno fa si trovavano in piazza a manifestare contro la guerra, ma che pochi anni dopo per uno strano gioco di potere si ritrovano a votare il rifinanziamento di quella stessa guerra.
La storia va avanti e arriviamo al 2007. Quello stesso Governo pacifista decide di concedere l’allargamento della base americana di Vicenza. La città insorge. Migliaia di persone provenienti da tutti Italia, ma soprattutto Vicentini, sfilano in corteo per le vie della Città. Però ormai è deciso, la base sarà allargata per rispettare le promesse fatte agli alleati americani…
e le promesse fatte agli elettori? I Pacs? La TAV? Le pensioni? Che fine hanno fatto?
Ancora una volta il governo “amico” mostrerà il suo vero volto, cioè quello di un governo poco diverso dai predecessori.
Per il 17 marzo è stata lanciata a Nairobi dal Forum Sociale Mondiale la giornata mondiale contro la guerra, nell’anniversario dell’invasione USA dell’Iraq. In tutto il mondo, milioni di persone chiederanno la fine delle guerre, a partire da Iraq e Afghanistan, la chiusura delle basi, il disarmo atomico. In Italia l’appuntamento principale è rappresentato dalla manifestazione nazionale di Roma.
Anche noi, come Collettivo Lamezia Rossa, vogliamo aderire alla giornata e lo facciamo con questo volantino cercando di ricordare ai Lametini che le truppe italiane sono in guerra da 4 anni, che i morti irakeni e afgani non sono meno importanti di quelli americani.

Collettivo Lamezia Rossa

Annunci