Pubblichiamo la nota stampa di  associazioni e movimenti lametini che chiedono all’amministrazione comunale di Lamezia Terme di attivarsi per partecipare al bando per la creazione di centri di recupero in regione.

Le associazioni ed organizzazioni (Meetup Amici di Beppe Grillo di Lamezia Terme, Casa della Legalità e della Cultura sezione di Lamezia Terme, il Movimento Amolamezia, il Circolo Culturale Rua Sao Joao, l‟Associazione Culturale Algo Mas e Sinistra Critica Lamezia) chiedono al sindaco Speranza di attivarsi prontamente per la partecipazione della nostra cittadina al bando emanato dalla Regione Calabria per la creazione di 60 centri di recupero in regione volti all‟implementazione della raccolta differenziata tramite la ricezione ed il riavvio dei materiali di scarto alle filiere produttive e ai consorzi di recupero e riutilizzo.
Questa è una grande occasione per la nostra città che un‟amministrazione attenta e lungimirante che sia realmente sensibile alle tematiche ambientali non può lasciarsi sfuggire, soprattutto in un momento storico in cui si avverte per la prima volta in maniera così pressante la necessità di un cambiamento epocale nella strategia del trattamento dei rifiuti.
D‟altronde questo bando segue di pochi mesi quello relativo alla promozione della raccolta differenziata e di pochi giorni il nuovo accordo siglato dalla Regione Calabria con il Conai per il conferimento degli imballaggi da recupero.
Il tutto si inquadra perfettamente nella strategia “Rifiuti Zero” di cui già le scriventi associazioni ed organizzazioni hanno avuto modo di notiziare la cittadinanza in occasione della recente manifestazione Music Against „Ndrangheta 4.
L‟occasione è propizia in quanto si tratta della concreta possibilità di realizzare a costo quasi zero un impianto di accettazione e selezione di rifiuti di ogni tipo di categoria merceologica (dalla batteria alcalina ai grandi elettrodomestici) che opportunamente suddivisi saranno poi conferiti ai centri di trattamento vero e proprio o alle filiere produttive per il riutilizzo, andando ad abbattere la quantità di indifferenziata e, conseguentemente, le relative tariffe di conferimento in discarica a carico delle già asfittiche casse comunali.
Inoltre, è previsto nelle linee guida del progetto da inoltrare per la partecipazione al bando regionale che lo stesso centro venga poi affidato in gestione per conto del comune (o di un consorzio di comuni) ad una cooperativa sociale all‟uopo costituita, in tal modo consentendosi anche la creazione di posti di lavoro per soggetti disagiati.
E’ auspicabile che questa amministrazione faccia seguire alle parole i fatti e che alla manifestazioni di disponibilità seguano concreti atti di interesse volti a non far perdere alla città di Lamezia questa occasione che va nella direzione di un‟innovazione virtuosa nel campo del trattamento dei rifiuti.

Meetup Amici di Beppe Grillo di Lamezia Terme
Casa della Legalità e della Cultura sezione di Lamezia Terme
Movimento Amolamezia
Circolo Culturale Rua Sao Joao
Associazione Culturale Algo Mas
Sinistra Critica Lamezia

Annunci