Creare una rete antirazzista per la chiusura del CIE

Abbiamo partecipato anche noi alla Giornata del Rifugiato Politico entusiasti di vedere muovere, in una città indifferente come Lamezia, una fitta rete antirazzista.
Riteniamo però che, da questa giornata di festa e solidarietà, occorra prendere spunto per una riflessione collettiva su una grande contraddizione interna di Lamezia Terme.
Se da una parte è necessario incentivare Lo SPRAR e e tutte le iniziative di solidarietà a immigrati e rifugiati, dall’altra c’è bisogno di una forte presa di posizione contro il CIE (centro di identificazione ed espulsione) di Lamezia Terme, gestito dalla Cooperativa Sociale “Malgrado Tutto”.
Per questo chiediamo a tutte le realtà della rete, presenti alla giornata del rifugiato, di continuare questo percorso di integrazione e antirazzismo spingendo, però, per la chiusura del CIE e, nel contempo, chiediamo anche all’amministrazione comunale di Lamezia Terme di attivarsi, affinché la nostra città non ospiti più un lager legalizzato come quello di Pian del Duca.
Prima le feste e le buone intenzioni, ora si passi ai fatti.

Collettivo Altra Lamezia

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: