“Sei vissuto da eroe e morto da uomo. Ciao Vittorio.
Con queste parole, scritte su uno striscione affisso su Corso Numistrano abbiamo voluto ricordare Vittorio Arrigoni, attivista dell’International Solidarity Movement, ucciso venerdì scorso in Palestina.
Un compagno che, pur consapevole dei rischi ai quali si esponeva, ha scelto di dedicare interamente la sua vita al popolo palestinese. La sua vita, ancor più della sua triste fine, è stata la dimostrazione di cosa sia un eroe. Vittorio non incassava nessuno stipendio, non era armato, Vittorio era un civile e come tale era in missione di pace, l’unica che meriti veramente tale nome.
Questa sua scelta coraggiosa evidentemente non è stata capita da tutti, infatti alcuni ragazzi hanno tentato di tirare lo striscione attaccato da poco.
“Restiamo umani” era la frase di Vittorio e per farlo dobbiamo sempre essere pronti a non ignorare chi ha bisogno del nostro aiuto.

Collettivo Altra Lamezia

Annunci