Gli antifascisti e le antifasciste di Lamezia si sono dati appuntamento alle 17:00 davanti alla biblioteca comunale per accogliere Stefano delle Chiaie, venuto in città per presentare il suo libro.
Davanti ad un cordone di poliziotti in assetto antisommossa Lamezia Antifascista ha esposto uno striscione con scritto “Nessuno Spazio al professionista dell’eversione nera e dello stragismo” e diversi cartelloni che illustravano il curriculum del “caccola”.
Contestata anche la scelta dell’amministrazione a guida Sel di aver concesso la biblioteca comunale.
A fine iniziative fischi, grida e fumogeni rossi hanno accompagnato l’uscita di delle Chiaie, ampiamente protetto da un cordone di polizia.
Dopo Catanzaro e Cosenza anche Lamezia ha dimostrato che in Calabria non è più concesso spazio ai fascisti.

Lamezia Antifascista

Annunci