Apprendiamo dalla stampa dell’ordinanza con la quale il sindaco di Lamezia consente, per un periodo limitato di massimo sei mesi, alla Lamezia Multiservizi di utilizzare come sito di stoccaggio provvisorio per i rifiuti un terreno adiacente all’ex discarica vicino al fiume Bagni, un sito che verrà realizzato con un investimento da parte del comune di 80.000 euro e 15 giorni di lavoro.
Riteniamo la soluzione assolutamente scellerata e fuori luogo per motivi dovuti alla posizione del sito (un terreno nei pressi del fiume Bagni classificato inquinato e per questo motivo rientrante in quei siti oggetto di bonifica e di relativo finanziamento regionale) e alla scelta operata da questa amministrazione che, al posto di pensare a soluzioni che possano durare nel tempo, continua a lavorare nell’ottica del superamento della singola emergenza facendo pesare queste scelte, ancora una volta, sulla salute dei cittadini.
Non smetteremo mai di ripetere che la soluzione al problema esiste, la strategia rifiuti zero, ed è anche realizzabile, basta solo volerlo.
Chiamiamo quindi i Lametini alla mobilitazione invitandoli a partecipare all’assemblea che si terrà giovedì 3 gennaio alle 18 presso il Laboratorio Sociale Occupato Autogestito Ex Palestra.

L.S.O.A. Ex Palestra