Circa 300 studenti medi hanno partecipato al primo corteo studentesco organizzato dal Collettivo Ri-Scossa Studentesca in occasione della giornata di mobilitazione nazionale lanciata da StudAut.
Il corteo, partito dal Parco Adelchi Argada, ha attraversato le principali vie del centro con soste e blocco delle strade nei pressi del polo scolastico e della BNL dove, tra cori contro la crisi, è stato acceso un fumogeno per protestare contro le politiche di austerity e i tagli alla scuola pubblica.
Nel corso della manifestazione diversi sono stati gli interventi degli studenti che hanno ricordato le vittime della tragedia di Lampedusa trovando la risposta della piazza che ha intonato cori contro la Bossi – Fini.
Unanime anche il sostegno alla protesta dei NO TAV con bandiere del movimento valsusino presenti per tutta la durata della manifestazione.
A fine corteo, infine, un gruppo di studenti si è recato presso il palazzo di Città dove sono stati esposti striscioni contro la chiusura del polo didattico di Agraria.
Prove tecniche dunque di un autunno che anche a Lamezia si preannuncia caldo!

Collettivo Ri-Scossa Studentesca

Annunci