riscossaCon il nuovo anno, studenti e lavoratori che si recano quotidianamente a Lamezia con i mezzi pubblici, sono stati sorpresi da un sostanzioso rincaro del prezzo di biglietti e abbonamenti.
Abbiamo registrato aumenti degli abbonamenti su tutte le corse, sia i percorsi più brevi che quelli più lunghi: cosi, ad esempio, chi prima pagava 32 euro mensili per un abbonamento adesso ne paga 48, l’abbonamento che prima costava 55 euro oggi costa 71. Facendo qualche calcolo sono 16 euro in più al mese che per le famiglie degli studenti vanno ad aggiungersi all’ulteriore aumento che ha riguardato, ad inizio anno scolastico, i libri di testo.
I rincari non hanno risparmiato nemmeno gli studenti universitari: Lamezia Terme – Università della Calabria in autobus costa 5,20 euro per singola corsa mentre viaggiare da Lamezia per l’Università di Catanzaro costa ad ogni pendolare 2,40 euro per singola corsa e 64 euro per l’abbonamento mensile.
È chiara dunque la volontà politica – sia a livello nazionale sia a livello regionale – di rendere la scuola un lusso per pochi. Proprio per questo occorre riportare la mobilitazione nelle scuole partendo proprio da queste rivendicazioni che dovrebbero appartenere a tutti noi studenti.
Ci volete ignoranti, ci avrete ribelli!

Collettivo Ri-Scossa Studentesca

Annunci