nolegaIl 5 maggio Matteo Salvini sarà ospite a Lamezia Terme, durante la campagna elettorale della Lega Nord “Basta €URO Tour”. Si, proprio Matteo Salvini, esponente di quel partito che da decenni combatte per l’indipendenza del Nord a discapito di un Sud sempre più calpestato e danneggiato. Quel partito che si fonda sulla convinzione che l’Italia sia formata da due razze sostenendo così l’inferiorità razziale, fisica e psicologica, sociale e morale, degli Italiani del Mezzogiorno rispetto agli Italiani del Settentrione. La Lega si preoccupa di ottenere le risorse del Sud ma non di distribuirle ai suoi cittadini. Il Sud difatti è solo la pattumiera dell’Italia, quella in cui il Nord industrializzato manda a sotterrare, legalmente e non, i rifiuti tossici che ha prodotto. Non si preoccupa delle devastanti conseguenze che produce, anzi, per essere sicuro che la distruzione sia totale chiede anche un taglio dei finanziamenti alla sanità del Sud, sottoaccusa dalla Lega perché “costa troppo”.
Quella stessa Lega della crociata contro il sud mafioso, la Lega di Roma Ladrona, oggi implicata in inchieste sull’infiltrazione della ‘ndrangheta al nord e sui costi della politica in Lombardia.
Così mentre Matteo Salvini viene a Lamezia per la sua propaganda elettorale, i cittadini del sud continuano a morire di malattie tumorali, dopo aver visto avvelenare i loro mari, le loro acque e la loro terra da affaristi senza scrupoli che, anziché smaltire legalmente i rifiuti di una produzione che arricchisce solo il Nord, hanno preferito affidarli alle ‘ndrine di turno che, in cambio di denaro o favori, hanno venduto la loro dignità e la loro terra.
Mentre Metteo Salvini viene a raccontarci tante belle storie fingendo per un giorno di apprezzare il Sud, tanti giovani talentuosi sono costretti a fare le valigie per studiare ed in cerca di un lavoro.
Mentre Matteo Salvini indossa la maschera del buono per spremere ancora qualche goccia di sangue del Sud, migliaia sono le persone costrette ad indebitarsi per curarsi negli ospedali del Nord, visto le numerose cure non previste nei presidi ospedalieri della Calabria nonostante le alte tasse che i cittadini calabresi devono pagare.
Come sempre a farne le spese è il Sud. Bistrattato, offeso, colonizzato. Quel Sud di cui la Lega ama sfruttare le risorse senza assumersi la responsabilità politica e morale delle conseguenze. Quel Sud che, grazie a tutte le persone costrette ad emigrare, contribuisce ad aumentare la ricchezza ed il benessere del Nord.
Caro Matteo Salvini l’unico basta che dobbiamo davvero dire è rivolto a te, al tuo partito e a tutti quelli che continuano a privatizzare le nostre vite, a svendere il nostro territorio, a calpestare la nostra dignità nel tentativo di farci sentire cittadini di serie B.
La Calabria, terra accogliente e solidale, si rifiuta in questo caso di ascoltare le tue parole, di farsi carico del vostro odio e della vostra intolleranza.
La Calabria è fatta di persone che amano la bellezza, la passione, la forza e la determinazione, e non soltanto di quelli che voi con disprezzo chiamate terroni e mafiosi. La mafia certo esiste, ma noi la combattiamo con onestà e coraggio; e terroni, beh si lo siamo, ma in senso più nobile di quanto tu sia in grado di immaginare, i nostri antenati erano tutti contadini e lavorare la terra inasprisce il corpo ma arricchisce l’anima, tediandola a valori più importanti di ogni ricchezza materiale.
Avrebbero dovuto saperlo quei “signori” che ti hanno invitato, quei “signori” che dimostrano di voler amministrare la nostra terra anche a costo di permettere ancora una volta al tuo partito di schiavizzare la nostra terra. Non vogliamo né te né loro.
Siamo Calabresi, cittadini di questa Italia e non saremo di certo solo noi a pagare il prezzo delle vostre assurde scelte, il prezzo di questa deriva che avete causato e con cui adesso volete ricattarci.
BASTA LEGA
BASTA PREGIUDIZI
BASTA ODIO
BASTA REPRESSIONE
VIVA L’ITALIA, LIBERA, UNITA E SOLIDALE, E PER QUESTO ANTIFASCISTA!

#NoSalviniaLamezia – Amo Lamezia – Associazione Mondo Libero – Casa della Legalità e della Cultura – Collettivo Autonomo Altra Lamezia – Collettivo Ri-Scossa Studentesca – Docenti Contro la Legge Aprea – Rete Scuola di Cittadinanzattiva

Annunci