Appello agli antifascisti per il quarantennale dalla morte di Adelchi Argada

argadaEra il 20 ottobre del 1974 quando veniva ucciso da mano fascista Adelchi Argada, giovane del Fronte Popolare Comunista Rivoluzionario.
I tragici eventi che portarono alla sua morte si inseriscono in un periodo storico colmo di aggressioni e attentati fascisti.
Sono gli anni di piombo, quelli in cui grazie all’appoggio di Stato e Mafia la destra eversiva compie attentati e uccisioni contro militanti politici, sindacalisti, studenti e lavoratori antifascisti, semplici civili.
Ripartendo da quei tragici episodi, ricorderemo la vita del giovane Adelchi, delle sue idee e di quelle dei suoi infami assassini.
In un periodo storico in cui il nazifascismo sembra aver rialzato la testa e tenta di schiacciare i popoli che al contrario, resistono chiedendo la libertà, lanciamo il quarantennale dalla morte di Adelchi aprendolo a tutte quelle realtà sinceramente antifasciste.
Una giornata contraddistinta da incontri, assemblee ed iniziative musicali.
Saremo al fianco dell’Ucraina Antifascista, della Palestina e di tutti i popoli in lotta, saremo al fianco di tutti coloro che chiedono libertà e giustizia sociale, che, proprio come in quegli anni, rivendicano i più elementari diritti – casa, lavoro, reddito – perché seppur i responsabili sembrano cambiare volto, l’oppressore è sempre figlio dell’ideologia fascista che non comprende né bellezza né libertà poiché solo l’asservimento e la sottomissione di un popolo attraverso il ricatto e il giogo della paura ha permesso ad un’ideologia così folle di espandersi.
Ma ancora una volta il vento soffia più forte.

20 ottobre 1974 – 20 ottobre 2014 Adelchi Vive

Collettivo Altra Lamezia – Collettivo Riscossa Studentesca

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: