argadaEra il 20 ottobre del 1974 quando veniva ucciso da mano fascista Adelchi Argada, giovane del Fronte Popolare Comunista Rivoluzionario.
I tragici eventi che portarono alla sua morte si inseriscono in un periodo storico colmo di aggressioni e attentati fascisti.
Sono gli anni di piombo, quelli in cui grazie all’appoggio di Stato e Mafia la destra eversiva compie attentati e uccisioni contro militanti politici, sindacalisti, studenti e lavoratori antifascisti, semplici civili.
Ripartendo da quei tragici episodi, ricorderemo la vita del giovane Adelchi, delle sue idee e di quelle dei suoi infami assassini.
In un periodo storico in cui il nazifascismo sembra aver rialzato la testa e tenta di schiacciare i popoli che al contrario, resistono chiedendo la libertà, lanciamo il quarantennale dalla morte di Adelchi aprendolo a tutte quelle realtà sinceramente antifasciste.
Una giornata contraddistinta da incontri, assemblee ed iniziative musicali.
Saremo al fianco dell’Ucraina Antifascista, della Palestina e di tutti i popoli in lotta, saremo al fianco di tutti coloro che chiedono libertà e giustizia sociale, che, proprio come in quegli anni, rivendicano i più elementari diritti – casa, lavoro, reddito – perché seppur i responsabili sembrano cambiare volto, l’oppressore è sempre figlio dell’ideologia fascista che non comprende né bellezza né libertà poiché solo l’asservimento e la sottomissione di un popolo attraverso il ricatto e il giogo della paura ha permesso ad un’ideologia così folle di espandersi.
Ma ancora una volta il vento soffia più forte.

20 ottobre 1974 – 20 ottobre 2014 Adelchi Vive

Collettivo Altra Lamezia – Collettivo Riscossa Studentesca

Annunci