01Concluso il presidio lanciato dall’Unione Sindacale di Base a Catanzaro in occasione dello sciopero generale che ha visto la partecipazione, oltre che dei lavoratori USB, degli attivisti di AS.I.A., dei militanti del Collettivo Autonomo Altra Lamezia, del Collettivo Totem di Catanzaro, del L.S.A. Assalto e dello S.P. Arrow di Rende, del Fronte della Gioventù Comunista. Segue il report di USB Calabria.

Centinaia di lavoratori, hanno presidiato stamattina piazza Matteotti a Catanzaro, in occasione dello Sciopero Generale indetto dalla confederazione USB.
Alla manifestazione hanno partecipato diversi gruppi sociali che hanno condiviso le parole d’ordine portate in piazza dalla USB.
I manifestanti hanno gridato il loro NO ai provvedimenti messi in campo dal governo Renzi che:
AUMENTANO LA POVERTA’ E LA DISOCCUPAZIONE
CANCELLANO DIRITTI E LIBERTA’
PRIVATIZZANO SCUOLA E SANITA’
TOGLIE LA PENSIONE ED IL TFR
Nel frattempo si regalano i soldi alle aziende, con i soldi dei lavoratori, creando un ulteriore taglio dei servizi per i cittadini nei settori della sanità, scuola e trasporti pubblici: INSOMMA si toglie ai poveri per dare sempre di più ai ricchi!
Nel corso della manifestazione, la USB ha incontrato i cittadini spiegando il senso dell’iniziativa ed illustrando i tanti tagli che la legge di stabilità in approvazione creerà in aggiunta a quelli già fatti nel corso degli anni.

Confederazione Regionale USB Calabria

Annunci