25 aprile In occasione del settantesimo anniversario dalla Liberazione, chiamiamo nuovamente a raccolta gli antifascisti lametini contro la continua minaccia fascista che si sta manifestando ovunque con assalti a spazi sociali, centri di accoglienza e campi rom.
La riflessione che vogliamo condividere partendo dal 25 aprile vuole soffermarsi proprio sull’avanzata dei movimenti fascisti nelle periferie e nei quartieri delle nostre città, sotto la spinta di uno squallido populismo che porta ad identificare il nemico nel nero, nel musulmano, nel rumeno, nello zingaro.
In questo contesto si inserisce il ruolo della lega nord di Matteo Salvini che ha saputo convogliare l’odio dai meridionali verso i migranti e così si è spinta al Sud in cerca di voti e di alleanze elettorali con i fascisti nostrani, pronti a vendersi a chi per decenni ha sputato razzismo e intolleranza sulla nostra terra solo per la corsa alla poltrona.
L’avanzata delle destre xenofobe è un problema di portata internazionale: Ucraina, Grecia, Francia, Germania, sono solo alcuni esempi.
Il recente fenomeno delle Sentinelle in Piedi, nate in tutta Italia “ a difesa” della famiglia tradizionale, ha poi fomentato ulteriore odio nei confronti di omosessuali e transessuali.
Per questo ci appelliamo a tutti gli antifascisti e le antifasciste a costruire con noi la giornata del 25 aprile, nuova tappa di un percorso di antifascismo intrapreso ormai da qualche anno e divenuto oggi assolutamente necessario.
Nei prossimi giorni renderemo pubblico il programma della giornata alla quale daranno un contributo diverse forze sociali e politiche antifasciste cittadine, intanto per venerdì 10 aprile, a partire dalle 18:30, presso lo Spazio Sociale Terra e libertà si terrà un’iniziativa di avvicinamento al 25 aprile, con proiezione del documentario “Anna, Teresa e le Resistenti” alla presenza del regista Matteo Scarfò; a seguire dibattito.

Spazio Sociale Terra e Libertà

Annunci