comitatonobiomasseCentinaia di persone hanno partecipato all’iniziativa con il Dott. Ferdinando Laghi organizzata dal Comitato contro le centrali a biomasse di Lamezia Terme. Segue il comunicato stampa del Comitato e il video dell’incontro.

Ieri sera alle 20 e 30 circa si è tenuto il convegno organizzato dal Comitato No centrali biomassa a Lamezia, al parco Peppino Impastato di Lamezia Terme, la verità sulle centrali biomassa con il dottor Ferdinando Laghi, vice presidente dell’Isde, noto ambientalista e direttore dell’Unità Operativa di Medicina Interna di Castrovillari.
01L’incontro si è aperto con una presentazione del Comitato e un veloce riepilogo dei precedenti incontri, oltre che la spiegazione della locandina volutamente provocatoria. Il convegno è continuato con le delucidazioni del dottor laghi sull’argomento biomasse. Tramite delle slide molto interessanti il dottor Laghi ha mostrato, molto chiaramente, come particolati, risultanti dalla combustione di materiale, destinato alla produzione di energia biomasse, si disperdano nell’aria, diventando altamente tossiche per l’organismo.
Tali particolati, infatti vengono assorbiti per vie aeree, oltre che tramite trasmissione di particelle sulla pelle o con l’assunzione di carne animale. È infatti proprio il grasso animale che accumula il maggior numero di particelle altamente tossiche. Una tra le tante slide proposte dal dottor Laghi, ha permesso di appurare la dimensione di queste particelle, molto più piccole di un globulo rosso e che, proprio grazie a tale caratteristica, si concentrano maggiormente nei bronchi e nei polmoni, causando patologie tumorali e allergiche molto serie, soprattutto in gravidanza ove
02Tali sostanze vengono in parte trasmesse al feto. Inoltre sono stati mostrati i dati relativi al surplus energetico attualmente prodotto dalla Regione Calabria e quindi come la produzione di centrali a biomassa non sia energeticamente necessaria.
Dopo La chiarissima spiegazione del dottor Laghi è intervenuto il sindaco Paolo Mascaro che ha spiegato nuovamente la posizione del Comune in relazione alle pratiche che la precedente amministrazione aveva lasciato in sospeso permettendo la dinamica nel silenzio assenso e lasciando intendere la sua posizione di dissenso alla centrali, ringraziando il comitato che ha permesso il crearsi dell’evento e il dottor Laghi per la chiarezza espositiva.
Dopo il ringraziamento a tutti i comitati, spazi sociali, collettivi e partiti che ci stanno affiancando in questo progetto, sebbene non smettiamo mai di ripetere l’assenza del colore politico del comitato, abbiamo dato voce alle persone che hanno preso parte all’incontro per domande dirette al dottor Laghi.
Ricordiamo che la partecipazione è stata di più di 500 persone. Il convegno si è concluso alle ore 23,30, con la promessa di continuare la campagna di sensibilizzazione, affinché sul tutto il territorio lametino non sorgano centrali o inceneritori.

Comitato cittadino No Centrali Biomasse Lamezia Terme

Annunci