votasitrivelleÈ di questi giorni la notizia dell’inchiesta sul petrolio e lo smaltimento illecito di rifiuti che, partita da Potenza, ha riguardato persone e aziende di tutta Italia, tra le quali anche la Ecosistem di Lamezia.
I rifiuti, infatti, dalla Basilicata sarebbero giunti negli impianti calabresi dove poi sarebbero stati smaltiti.
Quanto accaduto non può dunque non far riflettere in vista del referendum contro le trivelle del prossimo 17 aprile.
Come Quartieri in Movimento – Campagna per la riappropriazione degli Spazi, dei Beni Comuni e dei Diritti, nonostante da sempre estranei alle dinamiche elettorali, riteniamo necessario, questa volta, intervenire nel dibattito politico per invitare tutte e tutti ad andare a votare SI al referendum.
Abbiamo infatti aderito al comitato referendario locale per il SI fin dalla sua nascita perché riteniamo fondamentale la salvaguardia, insieme ai diritti primari, anche dei beni comuni e del nostro territorio.
Votando SI al referendum si chiede infatti l’abrogazione della norma che non riconosce alcuna scadenza ai titoli di ricerca e di estrazione degli idrocarburi concessi entro le 12 miglia.
Il partito unico che oggi governa il nostro paese ha cercato in ogni modo di boicottare questa scadenza elettorale fissando, prima, la data al 17 aprile, e invitando, ora, a non andare a votare.
Appare chiaro dunque che Renzi e tutta la maggioranza di governo, insieme a parte delle opposizioni, vogliono tutelare gli interessi economici delle grandi multinazionali del petrolio, a discapito del mare e delle popolazioni che vivono sulle coste.
Non a caso infatti l’inchiesta della procura di Potenza avrebbe coinvolto anche l’ex ministro dello sviluppo economico, Federica Guidi, nonché il ministro per i rapporti con il parlamento, Maria Elena Boschi.
Per questo invitiamo tutte e tutti ad andare a votare SI il 17 aprile: contro il Governo Renzi, contro le multinazionali del petrolio, per la salvaguardia e la tutela del nostro mare e del nostro territorio.

Quartieri in Movimento – Campagna per la riappropriazione degli Spazi, dei Beni Comuni e dei Diritti

Annunci