Domenica 26 giugno presso i ruderi dell’abbazia di Corazzo torna, dopo dieci anni, una montagna di pace, evento organizzato da Rivìentu – Coordinamento territoriale delle Associazioni del Reventino, con tavoli tematici di lavoro, dibattiti e concerti.

Dieci anni dopo l’ultima edizione ritorna Una montagna di Pace.
L’evento sarà organizzato da Rivìentu – Coordinamento territoriale delle Associazioni del Reventino – che del Forum del Reventino di cui fu protagonista Bruno Arcuri dieci anni fa raccoglie in buona parte l’eredità – in collaborazione con La Carovana. I temi della giornata saranno i beni comuni, l’agricoltura sostenibile, il recupero dei territori in via di spopolamento, l’emergenza migranti e il moltiplicarsi dei centri di accoglienza.
PROGRAMMA:
Nel corso della mattinata si terranno tre tavoli tematici di lavoro, nel corso dei quali saranno affrontate alcune problematiche del territorio e sviluppati nuovi progetti, nello specifico:
– Buone pratiche per uno sviluppo sostenibile del territorio. Turismo lento, cultura, musica tradizionale, agricoltura naturale e ambiente.
– Economia solidale / Gas, consumo critico, autoproduzione.
– Interazione tra territorio e migranti.
Nel pomeriggio l’esibizione del collettivo di scrittura Manifest. aprirà e chiuderà il dibattito “Perché restare. Prospettive per le aree interne”, al quale interverranno Vito Teti, antropologo presso l’Unical e Domenico Lucano, sindaco di Riace.
A seguire spazio alla musica! Sul palco si susseguiranno: Onda Kalabra, Suoni Caotici Nomadi Cover Band, I Musicanti del Vento, Sabatum Quartet, L’evoluzione, Folk n’ Roll. Le esibizioni dei gruppi saranno intervallate da brevi momenti di riflessione e testimonianza su quanto di buono si è finora realizzato nel panorama dell’accoglienza e dell’integrazione calabrese. Sul palco si alterneranno Valerio Formisani, Enzo Infantino, Ahmed Berraou e i Teatrop con lo spettacolo “I maghi della pioggia”. La serata si chiuderà in compagnia di Rasdò.
Tanti altri eventi e momenti, frutto della stessa sensibilità e attaccamento al territorio, scandiranno la giornata: il mercatino del “Gruppo di Acquisto Solidale del Reventino”, “Leggere il Patrimonio” un divertente e formativo laboratorio didattico in compagnia dei gufetti di Museum children ebook, un angolo di poesia con Tonio Costanzo, una lettura di brani tenuta da Scenari Visibili, musica e danza popolare in compagnia di Felici & Conflenti.
L’eventuale ricavato della giornata verrà destinato ad un progetto sui temi trattati nel corso del dibattito e che vedrà il coinvolgimento degli Istituti Comprensivi di Bianchi Scigliano e Rogliano, anch’essi partner promotori dell’evento.

Montagna-di-Pace2016

Annunci