I lavori della nuova concattedrale procedono spediti.
I costi della struttura sono coperti dal contributo 8×1000 alla chiesa cattolica per un importo di 5 milioni e 250 mila euro. Il terreno invece è stato donato dal Comune di Lamezia Terme in occasione della visita del papa del 9 ottobre 2011.
Per l’organizzazione di quell’evento furono spesi circa 2 milioni di euro tra comune, provincia e regione. Il contributo maggiore, oltre 1 milione e 300 mila euro, arrivò proprio dal comune di Lamezia.
Importante fu la mobilitazione del Comitato Spontaneo per una città laica “Un Papa carissimo“, costituito da decine di attivist*, dal Collettivo Autonomo Altra Lamezia, Rifondazione Comunista, USB, Comitato Lametino Acqua Pubblica, unica voce critica e di lotta contro lo spreco di denaro pubblico utilizzato per la riuscita dell’evento.
Oggi, di quell’evento “carissimo”, pagato dai lametini, resta questa opera faraonica, una seconda cattedrale che porterà proprio il nome di San Benedetto, in omaggio alla visita del Papa. Il tutto al centro della Lamezia del futuro, tra nuovi palazzi e piazze di cemento… poteva di certo mancare una concattedrale?
Che dire? Passata la festa…

Annunci