Venerdì 7 Giugno dalle 10 alle 18, seconda giornata di sciopero dei lavoratori della scalo di Lamezia Terme proclamato da USB.

Continuiamo la protesta e la lotta dei lavoratori SACAL per il giusto riconoscimento dei propri diritti.
Le aziende ancora non hanno ancora inteso ripristinare l’indennità ingiustamente abolita, unilateralmente e senza preavviso, dando segnali univoci di un modo di fare prevaricatorio e arrogante, in spregio della legge, delle regole, del buon senso e del rispetto che si deve ad un uomo, lavoratore e dipendente.
Nulla di quanto da noi segnalato ed evidenziato è stato al momento sanato, facendo precipitare l’aeroporto di Lamezia in un limbo dove i diritti vengono azzerati e solo i doveri la fanno da padrone, in un clima di terrore, disagio ed iniquità con cui i lavoratori devono quotidianamente convivere.
Invitiamo tutti i lavoratori a manifestare il loro pensiero e la loro determinazione, partecipando compatti ed uniti allo sciopero, superando le divisioni sindacali, politiche, personali e di appartenenza, – non rincorrendo voci e promesse che minano i motivi dello sciopero e l’agire proprio nella totale libertà di pensiero, ricordando ai lavoratori che bisogna tagliare i fili di Mangiafuoco…….
Rimaniamo sempre disponibili ad un incontro con il management, dove meglio chiarire le ns. rivendicazioni e non ci stancheremo di sollecitare interventi di tutte le forze politiche e sociali per la reinternalizzazione di Sacal GH così come l’intervento della magistratura per verificare tutti i passaggi che hanno portato alla cessione di ramo d’azienda e la successiva gestione dei 3 scali calabresi.
USB metterà in atto tutti gli strumenti necessari per difendere diritti e lavoro dei lavoratori Sacal/Sacal GH.
Giorno 07 Giugno dalle 10 alle 18, USB Calabria Trasporto Aereo, seconda giornata di sciopero dei lavoratori della scalo di Lamezia Terme.

Federazione Regionale USB Lavoro Privato