E’ stata indetta la Conferenza dei servizi, che deciderà in prima istanza, sulla richiesta di ampliamento dell’attività di co-incenerimento fatta dalla Calme Spa. Purtroppo già dalla convocazione si intuisce l’orientamento alla concessione e sorprende che la convocazione sia stata indirizzata solo al Comune di Marcellinara e non agli altri Comuni limitrofi, pure interessati dal rischio ambientale, mettendo la locale amministrazione comunale in una condizione di forte isolamento.
E’ necessario che ci sia una forte mobilitazione civica e popolare.
Occorre che I cittadini di Marcellinara e dei Comuni limitrofi unitamente a chiunque abbia a cuore salute pubblica e difesa dell’ambiente, si rendano disponibili per le iniziative che tutti insieme decideremo.
Occorre che della salute di tutti, messa a rischio, per gli interessi economici di pochi, si faccia carico la stessa cittadinanza insieme al Sindaco di Marcellinara Vittorio Scerbo e la sua maggioranza.
Occorre trascinare sul piano della mobilitazione, comitati territoriali, associazioni ambientaliste, partiti politici, e cittadini singoli.
Insieme ci si difende al meglio!!
Facciamo tutti un passo in avanti e col passa parola facciamo crescere la partecipazione alle iniziative imminenti.
Mercoledi p.v. h 17.00 terremo una riunione organizzativa nei locali sottostanti Piazza Francesco Scerbo a Marcellinara, sarà fondamentale essere in tanti, per definire le prime iniziative che pubblicizzeremo alle h 19.00 durante la riunione di Giunta che seguirà.
E’ il momento di metterci la faccia, in tanti, senza bisogno di eroi, ma di tanti cittadini responsabili che non ci stanno a far rischiare la pelle ai propri cari, per l’arricchimento “facile” dei soliti noti.

Comitato No all’Ampliamento del Co-Inceneritore di Marcellinara

Annunci