Domanda reiterata inammissibile: il Tribunale di Reggio Calabria sospende l’efficacia del provvedimento della Commissione

In contemporanea all’aggravarsi della situazione generale del Mali, segnaliamo il Decreto del 07.07.2020 con il quale il Tribunale di Reggio Calabria ha sospeso l’efficacia esecutiva del decreto di inammissibilità della Commissione Territoriale per il Riconoscimento della Protezione internazionale di Caserta nei confronti di un richiedente maliano, assistito dallo Sportello USB di San Ferdinando.
In particolare, il richiedente aveva proposto istanza reiterata di protezione internazionale sulla base del percorso integrativo nonché dell’aggravamento della situazione in Mali, chiedendo anche lo spostamento della pratica presso la Commissione Territoriale per il riconoscimento della protezione territoriale di Reggio Calabria, in quanto lo stesso risiedeva ormai stabilmente nella tendopoli di San Ferdinando.
Al contrario, la Commissione di Caserta ha dichiarato l’inammissibilità della domanda di protezione internazionale ed avverso tale provvedimento è stato proposto ricorso dinanzi al Tribunale di Reggio Calabria.
Il Tribunale ha dunque sospeso l’efficacia “ritenuta la sussistenza di gravi e circostanziate ragioni, avuto riguardo alla situazione geo politica esistente in Mali paese d’origine del richiedente, alla sua situazione personale attuale caratterizzata da concreti tentativi di inserimento nel tessuto sociale del paese ospite con la frequentazione di corsi di lingua italiana, inglese, informatica, falegnameria” e, successivamente, con atto separato ha fissato l’udienza disponendo anche l’audizione del ricorrente.
Un decreto che dunque lascia ben sperare anche per il giudizio di merito.