Aeroporto di Lamezia: licenziati 12 lavoratori del bar ristorante

La pandemia continua ad aggravare le già precaria situazione economica e lavorativa di questa terra: a pagarne le conseguenze, questa volta, i lavoratori del bar ristorante dell’aeroporto.
È di pochi giorni fa infatti la notizia del licenziamento di 12 tra lavoratrici e lavoratori in servizio da circa vent’anni al bar ristorante situato nell’aeroporto di Lamezia Terme.
Il licenziamento è solo l’ultimo episodio di una vicenda iniziata nel febbraio 2019 quando i dipendenti del ristorante, dopo l’aggiudicazione dell’appalto da parte della Gerico, erano stati assunti tramite l’agenzia interinale E-Work. In quell’occasione, dopo il cambio di gestione, tre lavoratori non erano stati riassunti, perdendo così il proprio posto di lavoro.
Con il lockdown di marzo è subito iniziata la cassa integrazione che si è conclusa con la disdetta da parte della Gerico all’agenzia interinale: dopo sei mesi di messa in disponibilità diventerà effettivo il licenziamento.
Il settore della ristorazione è stato duramente colpito dalla crisi legata al COVID-19. Oltre a bonus e ristori, servono subito misure di sostegno di lunga durata proprio per chi ha subito le conseguenze più gravi di questa crisi!
Alle lavoratrici e ai lavoratori va la nostra solidarietà e vicinanza.