Archivio tag | Casa

25 Marzo 2017: Contro i padroni dell’Europa

Sabato 25 marzo si terrà a Roma il vertice dei capi di stato e di governo dell’Unione Europea, in occasione del sessantesimo anniversario del “Trattato di Roma”, che nel 1957 ha sancito la nascita della CEE. Da Maastricht al Fiscal Compact, dalle guerre esportate ai confini imposti con le armi e le deportazioni, la storia […]

La lotta per la casa non si arresta! Liber* tutt*!

Questa mattina a Torino, in seguito ad un’operazione di polizia, sono state applicate misure cautelari, che vanno dall’obbligo di firma al carcere, ai danni di otto attivisti del C.S.O.A. Askatasuna e del Collettivo Prendocasa. Le misure cautelari riguardano la resistenza scaturita in seguito allo sfratto di una famiglia con 3 bambini avvenuta lo scorso 14 […]

Tra Ionio e Tirreno, poco spazio per i migranti in Calabria

Decimo report multimediale degli attivisti di Overthefortress in viaggio nel sud Italia, dal sito meltingpot.org. “Benvenuti cari ascoltatori a Radio NoBorder!”. Inizia così la trasmissione radio che abbiamo condotto durante un sabato pomeriggio nel Residence degli Ulivi a Falerna. Ci troviamo all’interno di un ex centro d’accoglienza che nel 2013 chiuse i battenti in seguito […]

Referendum costituzionale: il vero vincitore è il No sociale!

Sgomberato il Residence degli Ulivi di Falerna

All’alba di ieri mattina, il paventato sgombero dei migranti alloggiati presso il Residence degli Ulivi a Falerna, ha avuto inizio. Un ingente spiegamento di forze dell’ordine ha fatto irruzione alle 7:00 all’interno delle abitazioni dei profughi. Al nostro arrivo abbiamo trovato la maggior parte dei migranti fermi all’ingresso del residence, i pochi bagagli in mano, […]

Le voci degli invisibili di Falerna

La diretta di Radio No Border dal “Residence degli Ulivi” sotto minaccia di sgombero, dal sito meltingpot.org. Da quando nel 2013, il “Residence degli Ulivi” di Falerna (CZ), chiude i battenti come “centro di accoglienza” e viene dichiarato inagibile da un’ordinanza municipale, i circa 200 migranti che ci vivevano hanno trasformato questa situazione di accoglienza […]

La piazza del Popolo… del NO!

Siamo in una fase di passaggio: dentro l’apparente immobilità, una costellazione di forze storiche svanisce repentina. Ma gli spazi che qui si aprono indicano dei “vuoti” che non rimarranno tali a lungo. La possibilità di una scommessa politica sul presente si misura proprio nello spingersi verso questi terreni aperti e non sondati, o sospettati come […]