Non serviamo per decreto: prosegue a Lamezia la protesta di ristoratori, baristi e pasticcieri

Seconda giornata di protesta di ristoratori, baristi e pasticcieri lametini che ieri, nel tardo pomeriggio, si sono ritrovati su corso G. Nicotera indossando magliette bianche con l’hashtag #nonserviamoperdecreto per protestare contro la chiusura al pubblico dopo le 18 imposta dall’ultimo DPCM. I manifestanti hanno anche tentato un blocco stradale nei pressi dell’istituto scolastico Perri, per poi spostarsi sul vicino marciapiede. Continua a leggere Non serviamo per decreto: prosegue a Lamezia la protesta di ristoratori, baristi e pasticcieri

Aula Studio Liberata: il “DaD’ è tratto!

Ci siamo. Con una nota dello scorso sabato, la Regione Calabria annuncia che sarà nuovamente sospesa la didattica in presenza (salvo per le matricole e poche altre eccezioni come tirocinanti e dottorandi), che si era svolta in modalità mista fino alla scorsa settimana. Come studenti e studentesse, da giorni stiamo assistendo ai rimpalli di disposizioni tra i membri del Comitato Regionale Universitario calabrese e la … Continua a leggere Aula Studio Liberata: il “DaD’ è tratto!

Voi chiudete e noi paghiamo: ora basta! Mercoledì 28 ottobre a Cosenza

Salute e dignità per tutti. In questi mesi, alla responsabilità dei cittadini comuni non sta facendo seguito quella della Regione Calabria e del governo nazionale. In 5 mesi non sono stati capaci di migliorare sanità e trasporti per evitare la situazione attuale e a pagarne il prezzo sono i lavoratori e le lavoratrici. Nonostante gli investimenti fatti per adeguarsi alle misure anti contagio. Le istituzioni … Continua a leggere Voi chiudete e noi paghiamo: ora basta! Mercoledì 28 ottobre a Cosenza

USB Sanità: Chi ci cura non può essere PRECARIO. Giovedì 29 ottobre presidio alla cittadella regionale

In Calabria non è bastata la più grande pandemia del secondo dopoguerra per insegnare qualcosa ai nostri governanti, non è nemmeno servita la dura lezione che il Covid-19 ha impartito nel nord Italia. Nonostante la nostra regione non abbia avuto nella prima fase il picco di contagi di Veneto e Lombardia, e quindi abbia avuto più tempo per organizzare un sistema sanitario storicamente carente, niente … Continua a leggere USB Sanità: Chi ci cura non può essere PRECARIO. Giovedì 29 ottobre presidio alla cittadella regionale

Non serviamo per decreto: la protesta del Comitato spontaneo dei ristoratori e baristi del territorio lametino

Sulla scia delle mobilitazioni che hanno animato il fine settimana in tutto il paese, anche a Lamezia Terme i titolari di bar, gelaterie, pasticcerie e ristoranti hanno fatto fronte comune contro le nuove misure restrittive emanate nell’ultimo DPCM. E’ nato cosi il Comitato spontaneo dei ristoratori e baristi del territorio lametino che per oggi 26 ottobre ha lanciato una protesta simbolica: locali aperti dalle ore … Continua a leggere Non serviamo per decreto: la protesta del Comitato spontaneo dei ristoratori e baristi del territorio lametino

Nella tendopoli di San Ferdinando positivi 14 braccianti su 30 tamponi effettuati, USB: situazione esplosiva. Zona rossa anche nei container di Rosarno

Decretata la zona rossa sia nel campo container di Rosarno che nella tendopoli di San Ferdinando. Come era facile prevedere e come tante volte USB aveva affermato, una situazione così esplosiva è stata lasciata degenerare dalle scelte scellerate della politica nazionale e regionale. Continua a leggere Nella tendopoli di San Ferdinando positivi 14 braccianti su 30 tamponi effettuati, USB: situazione esplosiva. Zona rossa anche nei container di Rosarno

Lavoro (o non lavoro) in tempo di COVID-19: report prima parte inchiesta

L’idea di un’inchiesta sul mondo del lavoro atipico e precario nasce diverso tempo fa proprio come esigenza di raccontare le condizioni di lavoro di quelle figure non riconducibili alle forme contrattuali ordinarie che oggi, anche in un contesto produttivo ridotto come quello di Lamezia Terme, rappresentano una larga fetta dei settori lavorativi, soprattutto tra le/i giovani. Dalla ristorazione al turismo, dal mondo dello spettacolo a … Continua a leggere Lavoro (o non lavoro) in tempo di COVID-19: report prima parte inchiesta

Approdi chiede interventi per il cinema in Calabria

In un momento storico così delicato, e per certi versi disperato, della vita sociale e culturale siamo stati raggiunti dalla sorprendente notizia dello “spot emozionale” dedicato alla Calabria, deciso e voluto fermamente dalla Presidente di Regione, targato Muccino e Viola Film. Si scrive e si parla da giorni della questione, che nel frattempo ha avuto un inizio, uno svolgimento e si avvia verso la fine … Continua a leggere Approdi chiede interventi per il cinema in Calabria

USB Vibo Valentia in piazza a Pizzo per presidio lavoratori del turismo a contratto stagionale, determinato e lavoratori in nero

Continuano le iniziative dei comitati locali dei lavoratori stagionali sul territorio calabrese, dopo Tropea e Catanzaro, al Palazzo della Regione Calabria, ieri (29 ndr) anche Pizzo ha ospitato i lavoratori stagionali del turismo. A fare da ariete è stata USB Vibo Valentia che, da mesi oramai, porta avanti le rivendicazioni per un trattamento economico dignitoso e la stabilità dei contratti. In Piazza della Repubblica di … Continua a leggere USB Vibo Valentia in piazza a Pizzo per presidio lavoratori del turismo a contratto stagionale, determinato e lavoratori in nero

Diritti o bilanci: da che parte sta il rettore?

Nelle giornate dell’11 e del 12 Giugno siamo tornati finalmente a respirare aria d’università. Siamo tornati a vederci, ad ascoltarci, a riempire di vita gli spazi del nostro campus. In queste giornate non solo abbiamo dato una forma visibile a quello che vorremmo torni ad essere la vita universitaria, ma abbiamo sottoposto alla governance d’ateneo delle rivendicazioni necessarie, da un lato, per attenuare nell’immediato gli … Continua a leggere Diritti o bilanci: da che parte sta il rettore?

3 mesi di attesa, ora basta! I nostri diritti affondano: lunedì 29 mobilitazione nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori stagionali

In un Paese dove i nostri diritti annegano noi lanciamo un “salvagente”, e lo facciamo nell’unica maniera utile per essere ascoltati: organizzandoci insieme ad altri stagionali da Nord a Sud. Lunedì 29 giugno scendiamo in piazza per dire a questo Governo, sordo con noi lavoratori stagionali e autonomi ma ben addomesticato alle pretese di Confindustria, che anche noi abbiamo bisogno di aiuti concreti. Inutile l’indennità … Continua a leggere 3 mesi di attesa, ora basta! I nostri diritti affondano: lunedì 29 mobilitazione nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori stagionali